Vai direttamente ai contenuti

Spedizione gratuita per ordini superiori a €25

Accedi
Oppure  Crea account
Hai dimenticato la password?
Registrati
Oppure  Accedi
Questo campo è obbligatorio
Ripristina la tua password
Riceverai un'email per ripristinare la tua password
Addio peso del pancione!

Da oggi c’è Koala Belly Band, la fascia gravidanza per vivere la quotidianità con leggerezza.

Crescere un bambino
|
17 agosto 2022

Fascia o marsupio? Consigli per scegliere il supporto giusto

Sei in cerca della risposta all’eterna domanda “Meglio la fascia portabebè o il marsupio per neonati?”. I genitori si dividono in due categorie: i team fascia e i team marsupio. In realtà uno non esclude l’altro, anzi, possono convivere felicemente. Leggi i nostri consigli per capire quale scegliere tra i due!

Perché usare la fascia o il marsupio 

Non può mancare una piccola introduzione sulla comodità del babywearing e dei suoi innumerevoli benefici.  

Che sia la fascia o il marsupio, un buon supporto per babywearing permette non solo di passeggiare in tutta comodità insieme al proprio bimbo e di salvaguardare quel pizzico di indipendenza che ti permettono di avere le mani libere.  

È importante anche per il benessere, fisico e mentale, di bebè e genitori. Si fa molta meno fatica rispetto al portare il bambino in braccio, proteggendosi dal mal di schiena. Il piccolo, dal canto suo, si troverà a contatto con mamma e papà (e sappiamo quanto il bisogno di contatto sia importante per un neonato) trovandosi in una posizione perfetta per ricevere i giusti stimoli e scoprire il mondo. 

Aiuta a costruire il legame tra genitore e bimbo, getta le basi dell’indipendenza del bimbo ed è un ottimo modo per prevenire la Plagiocefalia Posizionale, o testa piatta. 

È meglio la fascia o il marsupio? 

La fascia portabebè è una fascia di tessuto di lunghezza di circa 5 metri che permette di portare i bambini tramite delle legature, che seguono la crescita del bambino. All’inizio il bimbo sarà portato rivolto verso il petto di mamma e papà, poi potrà passare sul fianco e infine sulla schiena. 

È confortevole per il bimbo e per il portatore, perché sostiene e avvolge in modo ottimale il piccolo e aiuta il genitore a distribuire bene il peso. 

Il marsupio ergonomico è un supporto strutturato, più rigido e dotato di spallacci e cinghie, molto più semplice da indossare. Il bimbo può essere portato sul davanti o sulla schiena. 

Vediamo insieme su quali fattori è bene basarsi per capire se ti è più utile la fascia o il marsupio. 

L’età del bimbo 

La fascia è certamente il supporto più indicato nelle prime settimane di vita, ed è ideale anche per bambini prematuri. Questo perché avvolge e sostiene il bimbo in modo ottimale e lo tiene più a contatto con il petto di mamma e papà rispetto al marsupio. 

Per i bimbi così piccoli il bisogno di contatto è fondamentale, in primo luogo perché vengono dalla pancia della mamma, dove si sentivano al sicuro, mentre il mondo esterno in cui si ritrovano all’improvviso è pieno di stimoli che non sono ancora in grado di gestire. 

Stare in fascia pancia a pancia con la mamma (e anche con il papà), li fa sentire di nuovo protetti come quando erano nell’utero. Per questo la fascia ha il potere di calmare anche il pianto più disperato. Il contatto non è un vizio, li aiuta a crescere sicuri di sé e indipendenti. 

Man mano che il bambino cresce, diventa più attivo e ha voglia di muoversi di più. Ecco che il marsupio, che gli permette di muovere gambe, braccia e testa liberamente, può diventare più comodo. 

Un altro elemento da considerare è che la fascia rispetta la posizione fisiologica del bambino, mantenendo la schiena nella sua curvatura originale e le gambine piegate a formare una M. In questo modo si aiuta il loro corretto sviluppo motorio.  

Non si può dire la stessa cosa di tutti i marsupi, anche se alcuni modelli prevedono un adattatore per i bambini appena nati. 

Il peso del bambino  

Bisogna tenere conto anche dell peso del bambino, perché i supporti sono indicati fino a un certo numero di chilogrammi. 

Se è vero che le fasce rigide possono essere utilizzate più a lungo, le fasce elastiche sono adatte fino a circa 9-12 kg del bambino.  

Il marsupio è un supporto più rigido e strutturato e quindi meno cedevole delle fasce, per questo può portare fino a 20-22 kg. Ovviamente a seconda del modello. Alcuni sono indicati fino a 15 kg, mentre i cosiddetti “toddler”, che sono più grandi e sono dotati di uno schienale più alto, consentono di portare i bambini fino ai 5 anni di età. 

La praticità di utilizzo 

Certamente il marsupio è molto più semplice da utilizzare: due ganci e via, siete pronti per esplorare il mondo

La fascia, invece, richiede un pochino più di tempo per essere indossata, e soprattutto la volontà di cimentarsi nelle legature. Non tutti i genitori si sentono adatti ad approcciarsi al babywearing più classico, anche se certamente dà molte soddisfazioni. 

Chiediti che cosa cerchi e troverai il supporto giusto per te: ti piace cimentarti in nuove sfide, prenderti il tuo tempo per fare le cose con calma e nel modo migliore, oppure sei sempre di corsa e cerchi un supporto che si indossi il più velocemente possibile?  

C’è una terza possibilità! Koala Cuddle Band, la fascia portabebè che si indossa come una maglietta. È una fascia elastica preannodata con la praticità di utilizzo del marsupio. Per non rinunciare a nulla. 

Pregi e difetti di fascia portabebè e marsupio 

Facciamo un piccolo riassunto su quali sono i pregi e i difetti della fascia e quelli del marsupio, in modo da poterti aiutare a scegliere tra l’uno e l’altro con tutte le informazioni di cui hai bisogno. 

Il nostro consiglio? Usali entrambi! La fascia nei primi mesi (magari un modello semplicissimo da indossare come Koala Cuddle Band), per poi passare al marsupio quando il bimbo diventa più grande. 

Pro della fascia portabebè 

  • Può essere utilizzata fin dai primi giorni di vita, anche con bambini prematuri. 
  • Permette un forte contatto tra genitore e bebè, che accresce il vostro legame e soddisfa il bisogno primario di vicinanza fisica del neonato. 
  • La sensazione avvolgente che garantisce un tessuto morbido e che circonda portatore e bebè con un fit perfetto. 
  • È pratica da trasportare ovunque, perché occupa poco spazio ed è leggera. Basta infilarla nella borsa. 

Contro della fascia portabebè 

  • Non immediatamente semplice da indossare, soprattutto nei primi approcci. È necessario fare un po’ di pratica per imparare le diverse legature. Una volta imparato diventerà molto più semplice! 

Pro del marsupio 

  • L’estrema praticità, si mette e si toglie in pochi secondi. 
  • La robustezza, che dà al portatore l’impressione di un’estrema stabilità del piccolo all’interno. 

Contro del marsupio 

  • In genere non è adatto ai bambini appena nati o molto piccoli, perché non rispetta la loro naturale fisiologia, con la schiena curva e le gambe piegate come una ranocchietta. 
  • Più rigido della fascia, risulta meno avvolgente per il piccolo e c’è meno contatto tra genitore e bebè. 

 

Che si scelga una fascia o un marsupio, è importante valutare bene quali sono le caratteristiche importanti in un buon supporto per babywearing. 

A iniziare dalla qualità dei materiali e dall’ergonomia del supporto: un tessuto naturale e organico rispetta la pelle del bambino, mentre un supporto ergonomico è fondamentale per il corretto sviluppo motorio del piccolo.