BambinoMaternitàNeonato

Pannolini lavabili, guida pratica a un’alternativa ecologica

Se non sai bene su quali orientarti e sei in cerca di informazioni per chiarirti le idee, ti trovi nel posto giusto: la nostra guida sarà un ottimo sostegno.

pannolini lavabili

Meglio i pannolini lavabili o i comuni usa e getta? Questo è uno dei dilemmi che attanagliano le coppie in dolce attesa. Se gli usa e getta sono la scelta più classica, negli ultimi tempi si è fatta sempre più strada una specie di ritorno al passato. Fino a qualche decina di anni fa, infatti, i pannolini lavabili erano l’unica opzione disponibile. Ora, per diversi motivi che vedremo fra poco, si stanno facendo di nuovo strada nelle case delle famiglie con neonati.  

Icona articoli - Koala Babycare

Se non sai bene su quali orientarti e sei in cerca di informazioni per chiarirti le idee, ti trovi nel posto giusto: la nostra guida sarà un ottimo sostegno.

Pannolini lavabili, opinioni e vantaggi 

Basta fare qualche ricerca online per accorgersene: sui pannolini lavabili, le opinioni sono le più disparate. È innegabile che trovarsi bene o meno con questa soluzione dipenda molto dal bambino e dallo stile di vita dei genitori, ma alcuni vantaggi sono piuttosto oggettivi. Vediamo quali: 

  1. Risparmio economico: i kit di pannolini lavabili hanno prezzi che sembrano elevati – qualche centinaio di euro – ma sul lungo periodo fanno risparmiare almeno la metà di quello che spenderesti con gli usa e getta. Per non parlare del fatto che puoi riutilizzarli col secondo figlio a costo zero! 
  2. Rispetto dell’ambiente: i pannolini ecologici lavabili non richiedono sprechi energetici e sostanze chimiche inquinanti per essere prodotti. A loro volta non producono rifiuti se non, in alcuni casi, una piccola parte che è però biodegradabile. Pensa che ogni bambino consuma circa una tonnellata di pannolini usa e getta: un pesante fardello per il nostro pianeta. 
  3. Benessere del bambino: la sua pelle delicata non starà a contatto con materiali trattati chimicamente per essere assorbenti e impermeabili, per cui sarà meno a rischio irritazioni e dermatiti. 
  4. Spannolinamento facile: col pannolino lavabile la sensazione di aver fatto la pipì ed essere bagnato viene avvertita maggiormente. Il bimbo diventa consapevole dello stimolo e delle sue conseguenze, e questo rende più semplice passare all’uso del vasino. 

Come vedi, i pannolini lavabili portano con sé diversi benefici. Forse nei primi due mesi di vita di tuo figlio non sarà semplice usarli, sia perché saranno ancora un po’ troppo grandi sia perché si tratta di un periodo di assestamento per te e per lui. In seguito, però, con alcune accortezze potrai farli diventare parte della vostra quotidianità. 

Pannolini lavabili: come funzionano? 

Di sicuro il punto di forza dei pannolini usa e getta è la loro semplicità d’uso, mentre la gestione di quelli lavabili può spaventare. In realtà basta fare un po’ di pratica e seguire poche regole di base, poi non vorrai più tornare indietro. 

Quindi come si usano i pannolini lavabili? 

  • Di solito la taglia è unica e regolabile in base al peso del bimbo: non dovrai preoccuparti di acquistarne di nuovi mano a mano che cresce. 
  • Dovrai farglielo indossare come un pannolino normale, chiudendolo con i bottoncini o gli strap in velcro.  
  • Ti serviranno circa 4-8 mutandine esterne e 15-20 panni assorbenti, ma non preoccuparti: di solito vengono venduti in kit che contengono già tutto il necessario nelle giuste quantità. 

Infine, ecco il dubbio che più spesso ci si pone prima di iniziare: come lavare i pannolini lavabili? 

La parte assorbente interna al pannolino può essere di due tipi: quella in micropile va ripulita dalle feci e poi può essere lavata, quella in tessuto biodegradabile si può gettare direttamente nel wc.  

Il lavaggio va fatto ogni due giorni circa, a 60° con un normale detersivo ma senza l’uso di candeggina, ammorbidente o sbiancante. Se vuoi puoi aggiungere aceto e bicarbonato, che igienizzano e ammorbidiscono in maniera naturale. Puoi lavare questi pannolini col resto del bucato: devi solo fare un risciacquo preliminare per togliere i residui di pipì e cacca.  

Per diminuire i tempi di asciugatura, puoi usare l’asciugatrice: cerca però di limitarla quando possibile, perché sprecare energia elettrica annullerebbe l’impatto positivo dei pannolini ecologici lavabili sull’ambiente. 

Un tipo di pannolino lavabile per ogni esigenza 

Una volta deciso di voler provare la strada dei pannolini lavabili, resta l’ultimo quesito: quali scegliere?  

Di base questi pannolini si compongono di un guscio esterno impermeabile e di uno strato interno assorbente, ma ne esistono diversi modelli e tipologie. Vediamo i più comuni, fra cui puoi trovare quello che fa per te e il tuo piccolo. 

Pannolini lavabili pocket 

I pannolini lavabili pocket, come dice il loro nome, sono dotati di una tasca che ospita gli inserti assorbenti. Pocket, infatti, in inglese significa proprio “tasca”. 

Lo strato di tessuto-non-tessuto o di micropile che va inserito all’interno serve per trattenere la pipì e la pupù. Ti basterà poi rimuoverlo al momento del cambio e buttarlo (se biodegradabile) oppure ripulirlo prima di lavarlo in lavatrice.  

All’ultimo cambio prima della nanna puoi decidere di mettere più di un inserto assorbente, così da proteggere meglio il bimbo (e il letto!) durante la notte. 

pannolini lavabili pocket

Pannolini lavabili fitted 

Questa tipologia rientra nei pannolini lavabili a due pezzi, costituiti da mutandina esterna impermeabile e pannolino assorbente interno. In questo caso dentro la cover non si mette un semplice inserto ma un vero e proprio pannolino lavabile composto tutto da materiale assorbente. “Fitted” in inglese significa “sagomato”, e indica proprio la forma di questo strato interno.  

Si tratta di pannolini piuttosto ingombranti, è vero, ma assicurano un’ottima protezione davanti, dietro e persino di fianco. Ovviamente non bisogna dimenticare la copertura esterna impermeabile. Per la notte, i pannolini lavabili fitted sono imbattibili! 

pannolini lavabili fitted

Pannolini lavabili all in one 

Detti anche AIO, i pannolini lavabili all in one sono letteralmente “tutto in uno”: i pezzi sono cuciti insieme e si possono far indossare al bimbo con un gesto solo proprio come faresti per un usa e getta. Il pannolino sporco dovrà essere sostituito e lavato interamente, perché l’inserto assorbente si trova all’interno e non può essere rimosso. 

pannolini lavabili all in one

Pannolini lavabili in bamboo 

Oltre alla forma, i pannolini lavabili possono anche differenziarsi in base al materiale di cui si compongono. I più comuni sono cotone, canapa, microfibra, pile e lana, ma negli ultimi tempi si stanno facendo largo i pannolini lavabili in bamboo 

Questo tessuto, di derivazione naturale, è traspirante – quindi limita il pericolo di irritazioni – pur rimanendo molto assorbente. È anche termoregolatore, per cui adatto per le calde giornate estive.  

pannolini lavabili bamboo

Siamo certi che questa guida ti abbia chiarito le idee sulla questione pannolini lavabili. Alla luce di tutto quello che hai letto, ti sarà molto più semplice decidere se fanno al caso tuo e del tuo bimbo o meno. 

La tua prossima lettura