FamigliaMaternitàNeonato

La Sicurezza dei Bambini in casa: come prevenire gli incidenti domestici

La casa è per i neonati una meravigliosa zona di esplorazione. Ecco come l’ambiente che hai preparato con tanto amore e attenzione per accogliere tuo figlio diventa pieno di pericoli. Leggi le nostre linee guida per la prevenzione degli incidenti domestici.

bambino dietro cancelletto scale

La casa è per i neonati una meravigliosa zona di esplorazione. Ecco come l’ambiente che hai preparato con tanto amore e attenzione per accogliere tuo figlio diventa pieno di pericoli. Leggi le nostre linee guida per la prevenzione degli incidenti domestici.

Icona articoli - Koala Babycare

Il tuo bimbo si trasformerà prima di quanto immagini in un Indiana Jones in miniatura, pronto ad esplorare ogni angolo della casa e a mettersi in pericolo in innumerevoli modi.

 

Alcuni dei consigli che ti daremo per prevenire gli incidenti domestici in età infantile possono sembrare elementari. Eppure sono sempre le cose più basilari quelle che comportano un serio pericolo per i bambini piccoli, proprio perché vengono prese sottogamba.

 

Gli incidenti domestici, purtroppo, sono molto più comuni di quanto immagini. Il compito dei genitori è quello di prevenire i rischi facendo il possibile per mettere la casa in sicurezza. Continua a leggere e scopri come fare!

Mai lasciare solo il neonato

La prima fondamentale regola per la sicurezza del tuo bambino in casa è mai lasciarlo da solo, neppure per due minuti.

Un bimbo di pochi mesi non può assolutamente rimanere incustodito, né sul divano, né sul letto, sul fasciatoio o peggio ancora, mentre fa il bagnetto.

 

Può restare da solo nel lettino con le sponde alzate, diversamente deve stare con una persona fidata quando non è con mamma e papà, al fine di evitare pericolose cadute a terra o altri pericoli.

mamma incinta lavora con cuscino gravidanza

Attenzione alle ustioni

La pelle del bimbo è molto più delicata della nostra, ed è quindi più semplice che si scotti.

 

Il bagnetto, per esempio, è un momento che richiede la massima attenzione, a partire dalla temperatura dell’acqua, che va sempre controllata prima di immergerlo.

La temperatura non deve superare i 37°, altrimenti potrebbe ustionare il piccolo.

 

È importante fare attenzione a non portare il bambino in braccio insieme a pietanze o mentre si trasportano liquidi bollenti. Tantomeno il bimbo va tenuto addosso mentre si cucina.

Il momento del bagnetto

Il rito del bagnetto è tanto piacevole quanto delicato. Oltre alla temperatura corretta, è bene fare attenzione a non lasciare mai da solo il bimbo. Per un neonato è pericolosa anche pochissima acqua, non importa che sia quella contenuta nella vasca da bagno o in una bacinella.

 

Questo vale anche più avanti, dopo i sei mesi di vita, per cui bisogna sempre ricordarsi di svuotare la vasca dopo aver fatto il bagno, e allo stesso modo ogni altro contenitore che sia stato riempito di acqua.

 

Ti consigliamo anche di togliere dalla vasca i giochi che utilizzi per fare divertire il piccolo durante il bagnetto. Infatti potrebbe volerli prendere e farsi male nel tentativo.

Il bimbo cerca di mettere in bocca qualunque cosa

La curiosità del neonato non ha confini, per lui ogni cosa è tutta da scoprire. Non appena ne sarà in grado cercherà di afferrare e infilare in bocca ogni oggetto alla sua portata.

 

Va da sé che non bisogna lasciare in giro nessun oggetto che possa costituire un pericolo per lui, che sia appuntito o tagliente. Per esempio: posate, penne e matite, forbici, soprammobili in vetro o porcellana…

 

Oggetti di piccole dimensioni sono pericolosissimi, perché ingerendoli il bambino rischia di soffocare. Parliamo di: bottoni, biglie, monete, orecchini, giochi smontabili in piccoli pezzi…

Lo stesso vale anche con alcuni alimenti di piccole dimensioni come arachidi, chicchi di uva, pomodorini, caramelline, pezzi di mela, wurstel: il bimbo potrebbe inghiottirli in modo sbagliato.

 

Ovviamente anche i sacchetti di plastica sono un pericolo gravissimo di soffocamento. Il bimbo potrebbe infilarselo in testa.

 

Bisogna evitare di tenere alla sua portata anche sostanze che possono fargli male se ingerite, come detersivi e farmaci.

 

Sai che alcune piante sono velenose? Assicurati che quelle che hai in casa non lo siano. In caso contrario meglio riporle in alto, oppure regalarle a qualcuno che non abbia bambini o animali in casa.

 

In questo pot-pourri, facciamo prima a ricordarci semplicemente questo: meglio evitare di lasciare alla sua portata qualsiasi cosa. ?

Quando comincia a camminare…

Piccoli esploratori crescono. Ispezionano tutti i luoghi in cui possono accedere, si appoggiano a qualsiasi cosa sia alla loro altezza e tentano di arrampicarsi dovunque ci sia modo di salire.

 

La prima cosa da fare è quella di dotare i mobili di para spigoli per evitare che il bimbo possa finirci contro con la testolina e farsi male.

 

Un’altra cosa importante a cui provvedere è mettere un blocco a cassetti e ante, in modo che il bimbo non riesca ad aprirli e estrarre oggetti che per lui possono essere pericolosi, come detersivi, utensili da cucina, stoviglie in porcellana…

 

Qualsiasi cosa che possa fungere da appoggio per arrampicarsi in punti più alti come tavoli, finestre, balconi, librerie va posta in luoghi non sospetti. Cadere a terra da un’altezza così alta può essere pericoloso.

 

Ad ogni modo è meglio chiudere le finestre con fermi e serrature in modo che il bambino non sia in grado di aprirle.

 

Tieni a mente che quando comincia a camminare il bimbo si appoggia a tutto quello che trova, quindi carrellini porta TV e tavolini con ruote possono essere molto pericolosi.

 

P.S. A proposito di TV, sii consapevole che i telecomandi non potranno sopravvivere! Verranno lanciati a terra senza pietà. Ti consigliamo di acquistare un guscio di gomma.

Le stanze off limits per il bambino

Due sono le stanze che più mettono alla prova la sicurezza del bambino in casa: la cucina e il bagno.

 

Mentre si cucina bisogna fare una grande attenzione al bimbo. I pericoli sono diversi: se già cammina potrebbe appoggiarsi al forno accesso, rischiando di ustionarsi le manine. Potrebbe arrampicarsi sulla sedia e avvicinarsi pericolosamente ai fornelli.

In ogni caso è sempre meglio tenere i manici delle pentole rivolti lato muro in modo che non li possa raggiungere con il rischio di ribaltarsi addosso il contenuto bollente.

 

Il più grande pericolo del bagno è il WC. Per questo alcuni ne bloccano l’apertura con un gancio. Il bimbo potrebbe sporgersi per buttare qualcosa o prendere qualcosa gettato in precedenza, e caderci dentro perché la testolina pesa più del corpo.

Inoltre i bambini, una volta che apprendono il divertimento di bagnarsi, potrebbero divertirsi ad aprire il rubinetto del bidet, rischiando di scivolare e cadere.

Ti consigliamo di tenere la porta del bagno chiusa per evitare ogni pericolo.

È bene ridurre i rischi, ma senza esagerare!

È vero che gli incidenti domestici in età infantile sono più comuni di quanto crediamo, ed è importante mettere in sicurezza la casa per prevenirli, facendo attenzione a determinati fattori che possono mettere in pericolo il tuo bambino.

 

D’altra parte non possiamo chiudere i nostri figli sotto una campana di vetro. Se cerchiamo di risparmiargli ogni minima caduta o ostacolo gli impediamo di imparare e sperimentare da soli la loro capacità di affrontare le difficoltà.

 

Insomma, è bene preoccuparsi della loro salute, ma senza cadere nell’eccesso, impedendo loro di fare qualsiasi cosa per paura che si facciano male.

 

Quello che un buon genitore deve fare è creare le condizioni affinché il bimbo possa agire senza serio pericolo.

Una volta messa in sicurezza la casa impedendogli l’accesso a ciò che davvero può essere dannoso per la sua incolumità, lasciatelo libero di esplorare.

 

 

Con un neonato niente va dato per scontato. È necessario avere mille occhi perché ogni cosa può potenzialmente diventare un pericolo. Soprattutto, non va mai lasciato da solo.

Questo significa per la mamma un controllo costante nei primi mesi, tanto che non riesce a compiere neanche le attività più banali, come asciugare i capelli.

 

Vuoi sapere come fare a tenere il bimbo vicino a te mentre ti occupi di qualche attività in casa? Con l’aiuto di Koala Cuddle Band!

La tua prossima lettura