Mamme di successo

Mamme di successo: intervista a Carmen, mamma e creativa!

“Spesso mia figlia Camilla dice “io voglio fare la creativa come la mamma” è una cosa che mi riempie di gioia, per assurdo non sogno che faccia altro ma dico se ti farà felice, perchè no, puoi fare la creativa!” La nostra intervista a Carmen di Creativamente Mamma!

Le mamme scelte da Koala Babycare non sono Wonder Woman, sono mamme normali che affrontano la vita di tutti i giorni e si impegnano al massimo per essere donne e mamme realizzate e felici sia nel lavoro che in famiglia.

La mamma di questo mese è una mamma piena di vita e di creatività, talmente tanta da averla trasformata in un mestiere!

Siamo andati a trovare Carmen di @creativamentemamma nel suo fantastico laboratorio e le abbiamo chiesto com’è vivere una vita da creativa accanto alle sue bambine! 

Scopri la sua storia insieme a noi!

Mamme di successo: intervista a Carmen, mamma e creativa! – Koala Babycare

Ciao mamme e benvenuti nella nostra nuova puntata con le mamme di successo! 

Oggi sono qui con la mia amica Carmen che forse voi già conoscete sul web come @creativamentemamma e dal nome già capiamo che è una creativa! Ci troviamo qui nel suo laboratorio creativo e ci spiegherà un po’ meglio come è nata questa passione e innanzitutto si presenterà…prego Carmen!

Ciao a tutte, sono Carmen per chi non conoscesse, sono una mamma creativa! Ho scoperto di avere questa passione nel lontano 2011 quando mi stavo laureando e lì diciamo che è venuto fuori tutto quello che avevo accumulato con il tempo: ho iniziato a lavorare con le paste modellabili, a fare lavori di pittura, fino a quando non sono stata rapita dal cucito e in particolare dal cucito creativo! La nascita delle mie bambine mi ha dato l’occasione per poter sviluppare ancora di più le mie abilità e di impratichirmi e quindi creare una piccola identità.

I tuoi studi erano inerenti a quello che stai facendo adesso come attività o hai studiato tutt’altro?

Allora ecco no, in realtà ho la laurea che in giurisprudenza dopo la quale ho fatto anche altri studi. I miei lavori precedenti non c’entravano assolutamente nulla con il cucito! Dopo le mie maternità ho capito che tutto quello che stavo facendo non era assolutamente il mio mondo e pian piano iniziavo a cucire e a impratichirmi sempre di più…venivo sempre più rapita dal cucito e tolta dalla postazione di lavoro!

Bè come abbiamo già visto nelle puntate precedenti il periodo della maternità è un periodo veramente importante, perché ti da la possibilità di mettere in ordine le idee e capire quello che vorresti fare soprattutto quando si ha una passione nel cassetto.

Quindi, come è nata @creativamentemamma ? C’è un prodotto in particolare che ti ha spinto a buttarti sul web, a proporti come creativa?

Sì, diciamo che ho iniziato come fanno un pò tutte le creative, a fare il cappellino, lo scaldacollo, prodotti più semplici. Piano piano ho acquisito le competenze per permettermi di creare delle cose che fossero mie e che richiedessero anche delle abilità artistico-manuali che col tempo ho migliorato. Uno di questi prodotti è proprio la sacca in neoprene, quando ho iniziato a fare questi zainetti le richieste furono tantissime ed è stato lì che ho detto: ah cavoli funziona questa cosa, quello che faccio piace! Questo è uno dei prodotti che faccio ormai da diversi anni, sono degli zainetti dove rappresento vari soggetti, animaletti e grazie all’ultimo investimento che è stato quello della ricamatrice riesco a renderli personalizzabili.

Molto interessante, anche perché sono molto versatili sia per le mamme che per i bambini, da mettere al passeggino per esempio. Tutto ciò che personalizzabile da quel tocco in più secondo me ai prodotti che poi è proprio quello che attira il cliente. Questo zainetto è il prodotto principale che ti rappresenta?

Sì, diciamo che è quello che mi ha fatto emergere.

E c’è qualcosa in particolare che hai iniziato a cucire per le tue bambine?

Si è ovviamente, diciamo che principalmente cucivo solo per loro e per me poi parte tutto un pò così: realizzi qualcosa per le tue bimbe e magari con l’avanzo di tessuto c’è l’amica che ti chiede “me lo faresti anche a me?” e quindi fai altro training.

Di fatto per loro ho fatto tantissimi vestitini completini, maglie personalizzate, anche quando non avevo la ricamatrice ho sempre avuto questo pallino della personalizzazione. Ricordo, ad esempio, al compleanno di un’amichetta di Camilla avevo fatto a tutte quante la t shirt con l’iniziale in tessuto cucita e ritagliata a mano ed era stato un successone!

Io credo che ancora non abbiano capito che è un lavoro (come per tanti che ancora mi dicono “Fai i lavoretti!”) perché di fatto loro vedono che io faccio una cosa che mi piace tantissimo, che prima facevo a casa e ora in laboratorio.

Mi capita spesso di portarle in laboratorio dopo una scuola e per loro qui è un mondo veramente pieno di attrazioni: fili, colori, pitture e tutti i materiali, i tessuti, riesco si a coinvolgerle. Spesso e volentieri Camilla ha fatto queste personalizzazioni sui tessuti, basta darle un pezzo di tessuto dei pennelli ed è felicissima, oltre ad avere usato anche la macchina da cucire perchè abbassando la velocità riesco a farle fare dei piccoli lavoretti.

E ad avvicinarle a questa tua passione…

Però Alice ancora…

Bè dai ha due anni quindi…

Se viene qua ancora fa più danni, è molto attratta però più per toccare i pulsanti!

Adesso abbiamo visto i PRO del seguire il proprio cuore e lavorare con passione! Ma ci sono a volte anche dei CONTRO come in tutte le attività, quest’attività sicuramente porta via tempo, quindi: bilanciare casa, lavoro, i bambini è facile o difficile? Per esempio se arrivano tanti ordini…com’è gestire tutto questo?

Allora di sicuro per me è stato un anno molto impegnativo ma molto interessante! Stare dietro a un’attività artigianale non è facile, il lavoro non ti arriva così e tu non sei un esecutore, ma devi farti conoscere, devi spingere la tua attività per raccogliere ordini!

Ammetto che sono in una fase ancora un pò iniziale, non ho un sito perché le mie creazioni sono tutte personalizzate e realizzate al momento. Ora come ora devo dire che ci sono più pro che contro, nonostante il tempo che ci si dedica è il doppio rispetto al mio ex lavoro in ufficio perché di fatto lì terminata l’attività andavo a casa e non pensavo più a nulla!

Che consigli ti senti di dare alle mamme che vorrebbero intraprendere la tua strada?

Il consiglio che posso dare è quello di distinguersi, di cercare una propria linea, di avere una propria identità capisco che all’inizio si possa scegliere prodotti semplici, ma la cosa importante è specializzarsi anche solo in un articolo ma che si distingua dagli altri!

Per quanto riguarda il tempo, è vero che quello è il primo ostacolo per tutte noi mamme però l’organizzazione è fondamentale come avere degli aiuti a casa! Io ammetto, ho un compagno cuoco, però a parte quello a casa faccio tutto!

La verità è che la mia passione è nata proprio di notte, quando le bimbe dormivano o quando ero incinta…è stavo lì anche un’oretta dalle 22 alle 23 che poi non erano mai le 23 perchè poi pur di finire il progetto andavo avanti!

Non si guarda l’orologio!

Bene grazie Carmen per il tempo che ci hai dedicato, voglio farti innanzitutto i miei complimenti, questo laboratorio è bellissimo e soprattutto in bocca al lupo! Andate a sbirciare subito il suo profilo Instagram: @creativamentemamma!

Grazie mille a voi per l’opportunità!

Ciao ragazze…e al prossimo appuntamento con le nostre Mamme di Successo!

Per rimanere sempre aggiornata su tutti gli articoli e consigli di Koala Babycare, iscriviti alla nostra Community compilando il form nella home del nostro sito!