Il medico risponde

Cosa ci dicono le Feci del Neonato?

Le feci dei bambini ci raccontano molto sul loro stato di salute e ci indicano quando dobbiamo allarmarci. Come dovrebbero essere e come riconoscere se qualcosa non va? Ce lo spiega Stefania Testa, Infermiera Pediatrica!

Cosa ci dicono le Feci del Neonato?

Il medico risponde è la rubrica di Koala Babycare per informare, rispondere e aiutare tutte le mamme. Ogni mese medici, professionisti e esperti del settore faranno chiarezza con parole semplici ma professionali su temi riguardanti la prima infanzia e il mondo della maternità.

il medico risponde - Koala Babycare

Le prime feci del neonato sono di colore quasi nero, poi diventano verdi – marroni. Sono tendenzialmente liquide, cominciano a diventare più solide solo quando il bambino viene svezzato.  

 

Che cosa significa se presentano sangue, muco o dei puntini neri? Continua a leggere! La Dott.ssa Stefania Testa, Infermiera Pediatrica, ci spiega che cosa ci dicono le feci dei bambini per capire quando è davvero il caso di allarmarci. 

Cosa ci dicono le Feci del Bambino

La Fisiologia delle Feci, ovvero come si presenta la cacca del tuo bimbo

Le primissime feci del neonato si chiamano meconio. Si presentano di colore scuro (nero-nero verdognolo) e sono prive di odore. Hanno una consistenza densa e vischiosa.  

 

Il meconio è costituito da quello che c’era nell’intestino del feto durante la gravidanza, e cioè principalmente muco e liquido amniotico. 

 

Dopo circa 3-5 giorni, il meconio si trasforma in feci di transizione che sono più morbide, di facile emissione e di colorito verde-marrone.   

 

Questo passaggio ci indica che il neonato ha iniziato a digerire il latte e che l’assorbimento   intestinale avviene correttamente.  

 

Successivamente, nell’arco di 5-6 giorni, le feci di transizione si evolvono nelle tipiche feci da allattamento (materno oppure artificiale).  

 

Il neonato allattato esclusivamente al seno presenta delle feci dal colore giallo o leggermente verdognolo di consistenza cremosa-pastosa, ma possono essere anche semiliquide oppure liquide con punteggiature di bianco al loro interno. 

 

I neonati a cui viene somministrato il latte artificiale hanno feci pastose simili al burro di arachidi, di varie tonalità di marrone: marrone chiaro, marrone tendente al giallo o marrone tendente al verde.  

 

L’odore è più intenso delle feci dei bambini allattati al seno e un po’ meno intenso di quelle dei bambini in svezzamento (alimentazione complementare). 

 

È normale che le feci del tuo bimbo presentino delle minime variazioni rispetto a quanto descritto, quindi se è in salute e non presenta altri sintomi, non è il caso di allarmarti. 

Quanta cacca fa’ un bambino?

Il numero di scariche che emette un lattante dipende dall’età e dalla tipologia di alimentazione. Ovviamente cambia anche da bambino a bambino. 

 

La maggior parte dei neonati, circa il 90%, emette il meconio entro le prime 24 ore di vita. 

 

Durante la prima settimana, i lattanti evacuano con una media di 4-8 volte al giorno 

 

I neonati allattati al seno hanno in genere più evacuazioni rispetto ai bambini alimentati con latte artificiale. 

 

Durante i primi mesi di vita, i bambini allattati al seno evacuano con una media di 3 volte al giorno contro circa 2 al giorno per i bambini alimentati con latte artificiale. 

 

Dall’età di 2 anni il numero di evacuazioni diminuisce leggermente a 2 volte al giorno. Dopo l’età di 4 anni arriviamo a una volta al giorno. 

 

Come faccio a capire se le feci sono normali? Le feci devono essere abbastanza morbide, il bambino deve riuscire a fare la cacca senza fatica.  

 

In generale, se noti segni di sforzo in un bambino molto piccolo non devi allarmarti: non significa che soffre di stitichezza. Sta sviluppando i muscoli che lo aiutano a contribuire all’evacuazione, e che gli serviranno in futuro. 

Come sono le Feci del Bambino nato Pretermine? 

Il neonato prematuro spesso ha una prescrizione medica che prevede l’assunzione del ferro e questo può determinare dei cambiamenti proprio nel colore delle feci, che si presentano verde scuro o nero. Si tratta quindi di una condizione perfettamente normale. 

 

Se invece il bambino non sta assumendo ferro come terapia ma presenta delle feci molto scure o nere, si tratta di un segnale di allarme e bisogna contattare il medico per escludere una possibile emorragia dell’apparato gastrointestinale. 

Le Feci in Svezzamento 

È il momento di cominciare a introdurre nella dieta del bimbo qualche cibo “da grande”! Come cambiano le feci quando si avvia l’alimentazione complementare? 

 

Il colore tende al marrone e la consistenza sarà più densa rispetto all’esclusiva alimentazione lattea. Anche l’odore sarà più intenso. 

 

Essendo per il lattante un primo approccio ai cibi semisolidi e solidi, può accadere che nelle feci siano presenti dei piccoli pezzetti di cibo oppure improvvisi cambi di colore. 

 

Questo accade perché il cibo non è stato completamente masticato prima di essere deglutito oppure perché alcuni cibi sono ancora per lui solo parzialmente digeribili e non permettono la completa digestione. 

 

Il pediatra va contattato a fronte di una condizione che si verifica con una certa frequenza. 

Come riconoscere se il neonato ha la Diarrea?

Le feci in caso di diarrea si presentano semiliquide o liquide, spesso fuoriescono dal pannolino e sono composte più da acqua che da parti solide.  

 

Possono essere giallognole, verdognole o marrone chiaro. La diarrea può essere causata da un’infezione virale o batterica o da un’intolleranza alimentare.  

 

È importante che venga rapidamente e correttamente trattata quando accompagnata da vomito perché può condurre ad uno stato di disidratazione in poco tempo, soprattutto nei bambini più piccoli. 

 

Il pediatra deve essere consultato a fronte di una diarrea in un lattante che ha meno di tre mesi o se sono presenti sangue e muco. 

Cosa fare in caso di Muco nelle feci del bambino?

Le feci che contengono muco sono in genere verdognole e presentano sottili filamenti traslucidi.  

 

Può accadere per motivi banali: un abbondante salivazione (la saliva contiene una parte di muco non digerita), oppure quando il piccolo è raffreddato ed elimina il muco attraverso la digestione, non sapendo ancora soffiarsi il naso.  

 

Il muco nelle feci però può rappresentare anche un’infezione o un’intolleranza alimentare. 

Le cause del Sangue o dei Semini neri nelle feci del bambino

Le feci con il sangue rosso vivo possono essere provocate da diverse cause e rappresentano un segnale di allarme quando si verificano queste condizioni: 

 

  • Feci di consistenza normale che presentano tracce di sangueindicano spesso una intolleranza alle proteine del latte vaccino. 

 

  • Feci dure con tracce di sangue rosso vivopossono testimoniare la presenza di ragadi anali o di emorroidi. 

 

  • Diarrea con tracce di sanguepuò essere causata da un’infezione batterica. 

 

Quando il sangue nelle feci è nero significa che è sangue digerito. Di solito il sangue digerito si presenta sotto forma di piccole macchioline che somigliano a stami di papavero o semi di sesamo. 

 

La sua presenza si nota spesso in lattanti nutriti al seno quando la mamma soffre di ragadi del capezzolo.  

 

La presenza di sangue digerito in assenza di questa condizione deve essere segnalata al proprio pediatra per poter escludere la presenza di un sanguinamento nelle alte vie digerenti del bambino. 

Situazioni che devono creare allarme

Alcuni cambiamenti delle feci del bambino possono far sospettare situazioni cliniche molto gravi che richiedono un intervento medico immediato o un approfondimento diagnostico. Le elenchiamo di seguito: 

 

  • Feci formate quasi completamente da sangue rosso vivodefinite “feci a gelatina di ribes”. Si tratta di intussuscezione intestinale, un serio problema intestinale che è la principale causa di occlusione intestinale nei bambini dai 4-5 mesi ai 3 anni di età. Questa situazione richiede l’accesso immediato ad un Pronto Soccorso pediatrico. 

 

  • Melena:feci dense e nere formate prevalentemente da sangue digerito. Le feci sono scure e catramose. La presenza di melena segnala un sanguinamento dal tratto digestivo superiore, ma può anche essere causata da un’emorragia del piccolo intestino o essere di origine nasale. Questa evenienza va segnalata subito al pediatra. 

 

  • Feci acoliche:molto chiare, gessose, color argilla. Segnalano l’esistenza di un problema che riguarda il fegato, la cistifellea o le vie biliari. Anche questo tipo di feci deve essere segnalato con tempestività al pediatra. 

 

 

Questa “enciclopedia” delle feci del bambino ci può essere utilissima per non allarmarci se le feci del nostro bimbo sono verdognole o ci sembrano troppo liquide, in quanto fa parte della normalità! Ci indica invece con molta chiarezza quando è il caso di consultare un medico. 

 

 

Bibliografia di riferimento 

  • RajindrajithS, Devanarayana NM, Crispus Perera BJ, Benninga MA. Childhood constipation as an   emerging   public   health   problem.   World   Journal   of   Gastroenterology.   2016   Aug 14;22(30):6864-75. 
  • WaterhamM, Kaufman J, Gibb S. Childhood constipation. Australian Family Physician. 2017 Dec;46(12):908-12. 
  • Cosa ci dicono le feci dei bambini [Internet]. Amico Pediatra.  2019 [cited 2020 Oct 12]. Available from: https://www.amicopediatra.it/crescita/cosa-ci-dicono-le-feci-dei-bambini_evacuazione/ 
  • Stipsi nei bambini -Pediatria -Manuali MSD Edizione Professionisti [Internet].[cited 2020a Oct 12]. Available from: https://www.msdmanuals.com/it/professionale/pediatria/sintomi-nei-lattanti-e-nei-bambini/stipsi-nei-bambini. 

Non perderti il prossimo appuntamento con i nostri esperti! 

Ogni mese pubblicheremo una video intervista e una diretta social, iscriviti alla nostra Community compilando il form nella home del nostro sito per rimanere sempre aggiornata!

La tua prossima lettura