Maternità

Alimentazione in allattamento: cose da sapere e miti da sfatare

Sappiamo che per il bimbo il nutrimento ottimale è il tuo latte… ma tu, invece, cosa devi mangiare in un momento così delicato come i primi mesi di maternità?

Il latte materno è considerato l’alimento ideale per il neonato, perché contiene tutti i nutrienti nelle giuste proporzioni. I suoi vantaggi sono davvero tanti, sia per la mamma che per il piccolo, ma per partire davvero preparati è bene sapere qual è la migliore alimentazione in allattamento.

Sappiamo che per il bimbo il nutrimento ottimale è il tuo latte… ma tu, invece, cosa devi mangiare in un momento così delicato come i primi mesi di maternità?

Piccole regole sull’alimentazione in allattamento

Prima di tutto, facciamo una piccola premessa che influenza tutti i suggerimenti successivi sull’alimentazione in allattamento.

Per produrre il latte, il tuo corpo ha bisogno di moltissime sostanze nutritive (soprattutto proteine, ma anche vitamine e sali minerali) e di una gran quantità d’acqua (più di mezzo litro al giorno). Inoltre, il processo consuma circa 500 calorie ogni giorno!

La tua alimentazione in allattamento deve quindi dare al tuo organismo tutto quello di cui ha bisogno per generare una quantità sufficiente di latte nutriente, reintegrando le energie spese per fare tutto ciò.

Cosa mangiare durante l’allattamento

La buona notizia è che in realtà non ci sono regole ferree su cosa mangiare durante l’allattamento. Dovrai seguire un’alimentazione varia, equilibrata dal punto di vista nutrizionale e sufficientemente abbondante – ti suggeriamo infatti di fare 5 pasti al giorno: tre principali e due spuntini.

Gli alimenti che non dovranno mancare nel tuo piatto sono cerali integrali, carni bianche, uova, legumi, pesce azzurro ricco di Omega 3, verdura e frutta (senza esagerare con quest’ultima per non assumere troppi zuccheri). Un po’ di tutto, come vedi! Mangiare tanti alimenti diversi in allattamento ti aiuterà anche avere meno problemi al momento dello svezzamento, perché il tuo bimbo sarà già abituato a sapori differenti.

Se nei primi mesi da mamma ti sembra di non avere mai tempo per cucinare, non cedere al richiamo di cibi già pronti e poco nutrienti: piuttosto, prepara dei piatti veloci come uova strapazzate con spinaci, oppure una bella insalatona con pollo e pane integrale.

Per quanto riguarda le porzioni, mangia abbastanza per saziarti: non dimenticare che avrai bisogno di 500 calorie per produrre il latte… da qualche parte devi pure assumerle!

Fra un pasto e l’altro, anche durante l’allattamento stesso, ricordati di bere almeno 2 litri e mezzo di liquidi. Prediligi acqua e tisane non zuccherate, evita invece le bevande gassate o i succhi di frutta che portano con sé decisamente troppi zuccheri.

In rari casi, anche se stai molto attenta alla tua alimentazione in allattamento, potrebbe capitare di avere una carenza di vitamine. La B12 e la D sono parte fondamentale del nutrimento del bambino, per cui se ti trovi in questa situazione puoi chiedere al tuo medico di prescriverti degli integratori.

Cibi da evitare in allattamento

Ma la vera domanda che tante neomamme si pongono è proprio questa: “Ci sono cibi da evitare in allattamento?”

La risposta, per la tua gioia, è che in realtà non ci sono alimenti specifici che siano assolutamente vietati. Siccome, però, quello che mangi viene parzialmente trasferito all’interno del tuo latte, ci sono alcune piccole regole da seguire per limitare gli effetti di sostanze particolari, ad esempio:

– Non bere più di due tazzine di caffè al giorno per non rischiare di sovraeccitare il tuo bimbo.

– Non consumare alcol fino al terzo mese del bambino. Dopo di che, potrai bere un bicchiere di vino o di birra al pasto.

– Evita i superalcolici: alte quantità di alcol infatti possono ridurre la produzione di latte e quindi lasciare il tuo piccolo più affamato.

– Alcuni cibi alterano molto il sapore del latte e al tuo bebè potrebbero risultare sgraditi: se noti qualche reazione negativa, eliminali temporaneamente. Quelli che danno più problemi in tal senso sono: asparagi, cipolla, aglio, pesce affumicato e spezie forti.

C’è chi dice che il peperoncino sia un cibo da evitare in allattamento, ma si tratta di un falso mito! Se ti piace mangiare piccante, non c’è bisogno di evitarlo. Al massimo, si applica la regola che abbiamo scritto poco fa.

Cosa mangiare in allattamento per evitare le coliche

Le colichette, che si manifestano con crisi di pianto inconsolabile, sono un disturbo molto comune nei neonati, soprattutto nei primi tre mesi di vita.

L’idea comune è che siano dovute alla presenza di aria nel pancino o comunque a disturbi digestivi, e che quindi dipendano da quello che la mamma mangia durante l’allattamento… ma questo è un altro mito da sfatare: solo in una piccolissima percentuale di casi la causa delle coliche è legata all’alimentazione.

Per la maggior parte, si tratta di un fenomeno fisiologico, dovuto probabilmente all’intestino ancora immaturo.

Si dice che, per evitare le coliche, la mamma non debba mangiare latticini, arachidi, soia, noci e grano mentre allatta. La realtà è che, a meno che tu o il tuo bimbo non siate intolleranti a questi alimenti, puoi mangiarli tranquillamente.

Piuttosto, per attenuare i fastidi da coliche puoi usare il massaggio neonatale… e munirti di tanta pazienza!

Curiosità sull’allattamento

Sull’allattamento, così come su tanti altri aspetti della maternità, se ne dicono di tutti i colori… ma non tutto corrisponde al vero. Alcuni miti li abbiamo già sfatati, ma vogliamo chiarire un ultimo paio di cose perché sappiamo quanta confusione può esserci nella mente di una neomamma.

Cosa mangiare in allattamento per aumentare il latte

Quante volte ti sei sentita dire che “la birra fa latte” o che il latte vaccino aumenta la produzione di quello materno? Anche queste sono due false credenze!

La verità è che non c’è qualcosa di specifico da mangiare in allattamento per aumentare il latte. Le uniche cose che influenzano la quantità della tua produzione sono il corretto attacco del neonato (che aiuta anche a prevenire le ragadi al seno) e il fatto di allattarlo a richiesta senza saltare le poppate.

L’allattamento fa dimagrire?

Abbiamo già detto che, per produrre nutrimento per il neonato, il tuo corpo usa circa 500 calorie al giorno… quindi possiamo affermare che: sì, l’allattamento fa dimagrire!

Non è certo questo il momento di metterti a dieta: ci penserà semplicemente la fisiologia di questo processo a farti perdere i quei chiletti che si sono accumulati durante la gravidanza e a farti tornare in linea.

Come vedi, le regole legate all’alimentazione in allattamento non sono tante – mentre i falsi miti non mancano di certo! Con questo articolo, speriamo di averti chiarito le idee su un gesto così naturale e pieno d’amore.

Per rimanere sempre aggiornata su tutti gli articoli e consigli di Koala Babycare, iscriviti alla nostra Community compilando il form che trovi qui sotto!