Maternità

10 giochi per neonati da fare in casa per stimolare lo sviluppo psicofisico

In questo articolo vogliamo suggerirti una serie di giochi per neonati che puoi creare tu stessa con materiale quotidiano e che sono pensati appositamente per stimolare lo sviluppo psicofisico.

Nei primi 12 mesi di vita, il bambino cresce e si sviluppa incredibilmente. Ogni giorno c’è una nuova conquista, tanto apparentemente piccola quanto enorme agli occhi di mamma, papà… e del bimbo stesso!

Per questo, è fondamentale che tu gli proponga giochi per neonati che non solo lo intrattengano ma che siano capaci di fargli fare nuove scoperte e di stimolarlo sia a livello fisico che sensoriale.

Al contrario di quello che si potrebbe pensare, non è necessario nessun oggetto complicato e costoso. Anzi: i giocattoli industriali, fatti per lo più di plastica, non sono tanto stimolanti quanto i giochi per neonati che potresti realizzare tu stessa in casa. La plastica è infatti considerata un materiale con scarso valore sensoriale: non dà sensazioni particolari né al tatto né al gusto, che sono i sensi maggiormente utilizzati da un bimbo di pochi mesi.

In questo articolo vogliamo quindi suggerirti una serie di giochi per neonati che puoi creare tu stessa con materiale quotidiano e che sono pensati appositamente per stimolare lo sviluppo psicofisico. Vedrai come sarà felice il tuo piccolo quando ci giocherete insieme!

1) Calzino marionetta

Scegli un calzino che nessuno usa più, meglio se bianco, rosso o nero, e trasformalo in una semplice marionetta. Ti basterà disegnargli occhi, naso e bocca con un pennarello e magari aggiungere un ciuffetto di lana colorata a simulare i capelli. Infila la tua mano all’interno del calzino e muovilo davanti al bimbo in diverse direzioni, quando sarà nella culla o sul seggiolino.

Questo tipo di giochi per neonati stimola la visione frontale, che all’inizio non è presente (i piccolissimi hanno infatti solo quella periferica).

2) Specchio

Niente di più immediato: per questo gioco ti serve soltanto uno specchietto! Quando il tuo bimbo sarà abbastanza grande da poter reggere la testolina, mettilo a pancia in giù su un tappeto morbido o sul letto e stenditi con lui. A quel punto posiziona lo specchio davanti ai vostri visi, muovendolo e giocando coi riflessi per alcuni secondi.

Con questa attività stimolerai la sua capacità di seguire il riflesso con gli occhi e quella di riconoscere i volti, oltre a rinforzare i muscoli del collo.

3) Giostrina con foto e cerchi colorati

I volti umani sono in effetti una delle prime forme che il neonato riconosce: perché, allora, non costruirgli una giostrina con le foto di mamma, papà e di eventuali fratellini da appendere sopra il lettino? Puoi inserire dei vostri primi piani e alternarli a dei cerchi colorati di cartoncino, ricavati da vecchi rotoli di carta igienica.

Questo gioco per neonati allenerà la capacità visiva del tuo bimbo sotto tutti i punti di vista: riconoscimento dei volti, percezione dei colori e della profondità e abilità di seguire gli oggetti in movimento.

4) Girandola colorata di cartone

Un altro dei giochi per bambini piccoli da fare in casa per allenare la vista è la girandola.

Ti basterà costruirne una con dei cartoncini dai colori accesi e muoverla lentamente davanti al viso del bimbo, dai 2-3 mesi in poi. Questa attività lo aiuterà a migliorare la percezione della profondità e l’abilità di mettere a fuoco gli oggetti.

5) Nascondino dei giochi

Hai presente il classico “cucù settete” che fa morire dal ridere tutti i bimbi – e a dire il vero anche i genitori? Ecco, lo stesso principio puoi applicarlo anche agli oggetti: scegli il pupazzetto preferito di tuo figlio, fallo sparire sotto un lenzuolino, chiedigli dove sia finito e poi fallo riapparire in modo teatrale. Dopo un po’, lascia che il bimbo tocchi il lenzuolo con sotto il pupazzetto e lo scopra da solo.

Un gioco per neonati di questo tipo aiuta a far capire il concetto della permanenza dell’oggetto – ovvero che esiste anche quando non lo vediamo.

6) Libro tattile

Di libri tattili ne esistono tanti in commercio, ma perché non realizzarlo tu? Sarà sufficiente prendere dei rettangoli di stoffa colorata e cucirli insieme, con al loro interno materiali diversi – ad esempio, cotone idrofilo per una sensazione di morbidezza o carta dell’uovo di Pasqua appallottolata per fare rumore. Anche le stoffe potranno essere differenti: velluto a coste, raso liscio, pile morbido e così via.

Questo gioco per neonati stimola il senso del tatto, ma anche la coordinazione motoria.

7) Bottigliette sensoriali

Fra i giochi per bambini da fare in casa, le bottigliette sensoriali sono forse i più sorprendenti. Non dovrai fare altro che riempire delle bottigliette di plastica trasparente con liquidi di diverse densità, che quindi non si mischieranno – ad esempio acqua e olio d’oliva. Oppure, puoi usare acqua e piccoli oggetti come pezzetti di cannucce colorate, legumi secchi o bottoni. Incolla il tappino alla bottiglia, in modo che non si apra inavvertitamente, e il gioco è fatto!

Vedrai lo sguardo stupito del tuo cucciolo quando osserverà il movimento e i colori all’interno delle bottiglie, o quando le farà rotolare per terra.

8) Bastone della pioggia

Per stimolare l’udito in modo inatteso e insieme rilassante, niente è meglio del bastone della pioggia. Puoi realizzarne facilmente uno a casa, usando un tubo di cartone, tipo quello della carta assorbente, mettendo al suo interno una manciata di riso e ricoprendolo con stoffe colorate.

Quando tu o il tuo bimbo lo muoverete, si sentirà un rumore simile a quello della pioggia… e lui resterà a bocca aperta!

9) Cestino dei tesori

Questo gioco da fare in casa è perfetto per i bimbi che sanno già stare seduti, quindi dai 6 mesi circa.

Prendi un cestino di vimini o un contenitore di cartone e riempilo con oggetti di vario genere e materiale: gomitoli di lana, uova di legno da rammendo, scatoline di latta, calzini, cucchiai… il gioco consiste in un’esplorazione che stimola tutti i sensi del piccolo, consentendogli di fare scoperte sorprendenti (ad esempio, la relazione causa-effetto fra la caduta di un oggetto e il rumore che produce).

Soprattutto all’inizio, gran parte dell’esplorazione passerà dalla bocca: ti raccomandiamo quindi di tenere puliti gli oggetti – oltre che di cambiarli spesso, perché il bimbo non perda interesse.

10) Scatolone

Questo gioco da fare in casa non potrebbe essere più semplice: tutto quello che serve è uno scatolone robusto, abbastanza grande da poter contenere il tuo bimbo. È un gioco per neonati da proporgli quando gattonerà, per stimolare la sua capacità di muoversi: mettilo nello scatolone, posizionato su un tappeto morbido e circondato di oggetti interessanti… lui si divertirà ad arrampicarsi per uscire!

Come vedi, le idee per giochi per neonati da poter realizzare in casa sono innumerevoli… prova a metterne in pratica alcune, e vedrai che stimolare le capacità psicomotorie del tuo bimbo sarà semplice e divertente più che mai!