Maternità

Bambini e freddo: perché farli riposare e giocare all’aperto12 minuti

bambini giocano all'aperto in inverno
Gli articoli di Koala il Dottore

Le mamme italiane hanno l’istinto di protezione inciso nel DNA: per questo, prima di far uscire i loro bambini al freddo ci pensano due volte. La paura che si ammalino di solito ha la meglio, ma in realtà l’abitudine di far riposare e giocare all’aperto i bimbi – neonati compresi – ha diverse conseguenze positive!

Non per niente, nei paesi scandinavi quella della “nanna sotto zero” è una vera e propria abitudine: i neonati vengono portati all’aperto, nelle loro carrozzine, e lì vengono lasciati per il loro pisolino quotidiano. Le mamme di altri paesi possono rimanere a bocca aperta, ma far dormire i bimbi al freddo ha un suo perché. Anzi, più di uno. Si tratta infatti di un’usanza nata in Finlandia negli anni 20 grazie a un pediatra, che ne ha compreso i vantaggi per la salute dei neonati.

Uscire coi bambini al freddo quindi si può – anzi, si deve: in questo articolo vogliamo spiegarti il perché e anche come farlo tenendoli al sicuro dalle intemperie… facendo in modo, però, che godano dei vantaggi dell’aria frizzantina dell’inverno!

Perché è bene far uscire i bambini col freddo

Quando pensiamo al freddo dell’inverno, forse la prima cosa che ci viene in mente è la piacevole sensazione di rifugiarsi sotto un piumone. In realtà, però, le temperature basse e il clima invernale possono rivelarsi importanti alleati, anche per neonati e bimbi molto piccoli.

Ecco tutte le ragioni per cui la famiglia intera dovrebbe uscire dal piumone col sorriso… cuccioli in primis!

1. La qualità dell’aria

Restare tutto il giorno al caldo, in ambienti chiusi, non fa affatto bene ai bambini. Non aprire le finestre per paura del freddo fa diventare l’aria viziata, mentre il riscaldamento acceso la rende secca. Per non parlare della velocità con cui prolificano germi e batteri in luoghi del genere – pensa anche al nido e alla scuola materna – o della presenza degli acari che possono causare attacchi allergici.

Far uscire i bambini al freddo li porta ad ammalarsi meno: respirano aria pura e il loro sistema immunitario si rinforza, al contrario di quello che si potrebbe pensare. Un vantaggio di cui tutte le mamme sarebbero felici!

2. La luce

L’inverno è un periodo poco luminoso: per questo è ancora più importante esporre i piccoli alla luce del sole ogni volta che capita l’occasione. Uscire coi bimbi nelle ore centrali della giornata farà sì che la luce possa mettere in funzione la loro vitamina D. Questo a sua volta permette all’organismo di assimilare meglio il calcio, indispensabile per lo sviluppo e l’irrobustimento di ossa e denti.

3. Gli stimoli

Giocare all’aperto, o anche solo fare una passeggiata in fascia o in carrozzina, permetterà al tuo bambino di godersi la sua attività preferita: l’esplorazione!

Il mondo di cui farà esperienza è pieno di stimoli: odori, colori, suoni, luci… per non parlare della sensazione dell’aria fresca sulla pelle. Quello che potrà provare in inverno è diverso da ciò che troverebbe nelle altre stagioni: perché privarlo di una parte importante di scoperte?

4. Il relax

Forse te ne sei già accorta: tendenzialmente, anche il più vivace dei neonati si rilassa durante le passeggiate, che siano in carrozzina o in fascia. Non avrebbe senso limitare questa piacevole abitudine alla stagione calda: uscire coi bambini al freddo li tranquillizza e fa sì che i loro pisolini siano più riposanti.

Alcuni studi scientifici svolti in Finlandia l’hanno proprio dimostrato: i bambini, all’aperto, dormono più a lungo – oltre ad imparare ad autogestirsi nell’addormentamento e nel risveglio, cosa che toglie parecchio stress dalle spalle dei genitori. La temperatura ideale per i riposini fuori porta? Tieniti forte: 5 gradi sotto zero!

Ovviamente, quando si fanno uscire neonati e bambini col freddo, è bene usare delle precauzioni perché l’esperienza sia ottimale. Ti assicuriamo che dopo aver letto i nostri consigli le tue possibili preoccupazioni svaniranno…

Bambini e freddo: come comportarsi?

Le regole da seguire sono poche e semplici – e permetteranno sia al tuo bimbo che a te di sperimentare in prima persona i benefici dell’inverno. Scommettiamo che molte le segui già, anche se forse in modo inconsapevole!

• Portalo a passeggiare o a giocare all’aperto negli orari più caldi e luminosi della giornata, quindi in tarda mattinata o nel primo pomeriggio.

Vestilo come sei vestita tu: i bambini al freddo devono essere coperti “a cipolla”, con diversi strati da poter eventualmente togliere se si passa del tempo al chiuso. Mettigli cappotto, sacco per neonati o copertina solo quando è il momento di uscire – non in anticipo, per non farlo sudare. Se fa molto freddo e sei preoccupata per la sua temperatura corporea, ogni tanto toccagli i piedini: se sono caldi, è tutto a posto!

• Ricordati di usare sempre cappellino, guanti e scarpine: le estremità sono le parti del corpo che disperdono più calore in un neonato.

Esci tranquillamente anche se piove o nevica, proteggendo il passeggino con l’apposita cerata. L’unica condizione atmosferica da evitare è il vento forte, perché potrebbe provocare otiti o infezioni causate dalla polvere sollevata.

• Chiaramente, non uscire se il tuo bimbo non sta bene – per non peggiorare la sua condizione di salute.

• Metti la cerata trasparente sulla carrozzina o sul passeggino, per proteggere dalle intemperie lasciando però passare la luce e la temperatura frizzantina.

• Se il tuo cucciolo ha la pelle molto delicata, prima di uscire al freddo proteggigli il viso con una crema idratante apposita.

• Per essere certa che stia caldo e rilassato durante le vostre passeggiate invernali, puoi decidere di portare il tuo bimbo in una fascia per neonati: unirai i benefici di questo strumento a quelli dell’aria frizzante!

Sappiamo che l’idea di portare fuori i bambini col freddo può far storcere il naso ai genitori che non sono abituati a farlo… ma speriamo di averti fatto cambiare idea con questo articolo: il benessere del tuo piccolo ne beneficerà – e anche il tuo di conseguenza!

Gli articoli di Koala il Dottore

Le mamme italiane hanno l’istinto di protezione inciso nel DNA: per questo, prima di far uscire i loro bambini al freddo ci pensano due volte. La paura che si ammalino di solito ha la meglio, ma in realtà l’abitudine di far riposare e giocare all’aperto i bimbi – neonati compresi – ha diverse conseguenze positive!

Non per niente, nei paesi scandinavi quella della “nanna sotto zero” è una vera e propria abitudine: i neonati vengono portati all’aperto, nelle loro carrozzine, e lì vengono lasciati per il loro pisolino quotidiano. Le mamme di altri paesi possono rimanere a bocca aperta, ma far dormire i bimbi al freddo ha un suo perché. Anzi, più di uno. Si tratta infatti di un’usanza nata in Finlandia negli anni 20 grazie a un pediatra, che ne ha compreso i vantaggi per la salute dei neonati.

Uscire coi bambini al freddo quindi si può – anzi, si deve: in questo articolo vogliamo spiegarti il perché e anche come farlo tenendoli al sicuro dalle intemperie… facendo in modo, però, che godano dei vantaggi dell’aria frizzantina dell’inverno!

Perché è bene far uscire i bambini col freddo

Quando pensiamo al freddo dell’inverno, forse la prima cosa che ci viene in mente è la piacevole sensazione di rifugiarsi sotto un piumone. In realtà, però, le temperature basse e il clima invernale possono rivelarsi importanti alleati, anche per neonati e bimbi molto piccoli.

Ecco tutte le ragioni per cui la famiglia intera dovrebbe uscire dal piumone col sorriso… cuccioli in primis!

1. La qualità dell’aria

Restare tutto il giorno al caldo, in ambienti chiusi, non fa affatto bene ai bambini. Non aprire le finestre per paura del freddo fa diventare l’aria viziata, mentre il riscaldamento acceso la rende secca. Per non parlare della velocità con cui prolificano germi e batteri in luoghi del genere – pensa anche al nido e alla scuola materna – o della presenza degli acari che possono causare attacchi allergici.

Far uscire i bambini al freddo li porta ad ammalarsi meno: respirano aria pura e il loro sistema immunitario si rinforza, al contrario di quello che si potrebbe pensare. Un vantaggio di cui tutte le mamme sarebbero felici!

2. La luce

L’inverno è un periodo poco luminoso: per questo è ancora più importante esporre i piccoli alla luce del sole ogni volta che capita l’occasione. Uscire coi bimbi nelle ore centrali della giornata farà sì che la luce possa mettere in funzione la loro vitamina D. Questo a sua volta permette all’organismo di assimilare meglio il calcio, indispensabile per lo sviluppo e l’irrobustimento di ossa e denti.

3. Gli stimoli

Giocare all’aperto, o anche solo fare una passeggiata in fascia o in carrozzina, permetterà al tuo bambino di godersi la sua attività preferita: l’esplorazione!

Il mondo di cui farà esperienza è pieno di stimoli: odori, colori, suoni, luci… per non parlare della sensazione dell’aria fresca sulla pelle. Quello che potrà provare in inverno è diverso da ciò che troverebbe nelle altre stagioni: perché privarlo di una parte importante di scoperte?

4. Il relax

Forse te ne sei già accorta: tendenzialmente, anche il più vivace dei neonati si rilassa durante le passeggiate, che siano in carrozzina o in fascia. Non avrebbe senso limitare questa piacevole abitudine alla stagione calda: uscire coi bambini al freddo li tranquillizza e fa sì che i loro pisolini siano più riposanti.

Alcuni studi scientifici svolti in Finlandia l’hanno proprio dimostrato: i bambini, all’aperto, dormono più a lungo – oltre ad imparare ad autogestirsi nell’addormentamento e nel risveglio, cosa che toglie parecchio stress dalle spalle dei genitori. La temperatura ideale per i riposini fuori porta? Tieniti forte: 5 gradi sotto zero!

Ovviamente, quando si fanno uscire neonati e bambini col freddo, è bene usare delle precauzioni perché l’esperienza sia ottimale. Ti assicuriamo che dopo aver letto i nostri consigli le tue possibili preoccupazioni svaniranno…

Bambini e freddo: come comportarsi?

Le regole da seguire sono poche e semplici – e permetteranno sia al tuo bimbo che a te di sperimentare in prima persona i benefici dell’inverno. Scommettiamo che molte le segui già, anche se forse in modo inconsapevole!

• Portalo a passeggiare o a giocare all’aperto negli orari più caldi e luminosi della giornata, quindi in tarda mattinata o nel primo pomeriggio.

Vestilo come sei vestita tu: i bambini al freddo devono essere coperti “a cipolla”, con diversi strati da poter eventualmente togliere se si passa del tempo al chiuso. Mettigli cappotto, sacco per neonati o copertina solo quando è il momento di uscire – non in anticipo, per non farlo sudare. Se fa molto freddo e sei preoccupata per la sua temperatura corporea, ogni tanto toccagli i piedini: se sono caldi, è tutto a posto!

• Ricordati di usare sempre cappellino, guanti e scarpine: le estremità sono le parti del corpo che disperdono più calore in un neonato.

Esci tranquillamente anche se piove o nevica, proteggendo il passeggino con l’apposita cerata. L’unica condizione atmosferica da evitare è il vento forte, perché potrebbe provocare otiti o infezioni causate dalla polvere sollevata.

• Chiaramente, non uscire se il tuo bimbo non sta bene – per non peggiorare la sua condizione di salute.

• Metti la cerata trasparente sulla carrozzina o sul passeggino, per proteggere dalle intemperie lasciando però passare la luce e la temperatura frizzantina.

• Se il tuo cucciolo ha la pelle molto delicata, prima di uscire al freddo proteggigli il viso con una crema idratante apposita.

• Per essere certa che stia caldo e rilassato durante le vostre passeggiate invernali, puoi decidere di portare il tuo bimbo in una fascia per neonati: unirai i benefici di questo strumento a quelli dell’aria frizzante!

Sappiamo che l’idea di portare fuori i bambini col freddo può far storcere il naso ai genitori che non sono abituati a farlo… ma speriamo di averti fatto cambiare idea con questo articolo: il benessere del tuo piccolo ne beneficerà – e anche il tuo di conseguenza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *